Segnali di avvertimento per la demenza

Come accennato in precedenza molti pazienti saranno molto preoccupati che potrebbero avere demenza o malattia di Alzheimer. Come visto prima che la demenza è più che una semplice perdita di memoria, è una disfunzione generale. Tuttavia, le fasi iniziali della demenza possono essere molto simili alla normale dimenticanza. Il medico deve prendere una storia accurata per distinguere tra ciò che è normale e ciò che non lo è. Ci sono comunque alcuni suggerimenti su se si tratta di demenza o semplicemente del normale processo di invecchiamento. Alcuni dei segni di demenza della demenza sono i seguenti:

La persona non è a conoscenza del loro danno, è un amico o un parente che lo porta all’attenzione del medico.
C’è un cambiamento sostanziale nel pensiero complessivo e nella capacità di svolgere compiti normali. Ad esempio il paziente ha difficoltà a seguire le istruzioni come una semplice ricetta, o fare compiti complessi come ad esempio una cruciverba.
La persona ha problemi con i compiti quotidiani, come ad esempio utilizzare un telefono, organizzare i propri farmaci o controllare i propri soldi.
La persona ha notevoli difficoltà a conoscere qualsiasi nuova informazione
È importante rassicurare i pazienti che semplicemente dimenticare determinate parole o nomi o dove mettere determinati oggetti è normale e non segno di demenza.

Icona del quiz Mini-cog
Il Mini-Cog è un test di 3 minuti che può essere usato per discriminare tra persone demenze e non demenze.
Quiz icon Lista di controllo Benchmark Demenza
Una volta che questa lista di controllo è completata, i punteggi stabiliranno un punto di riferimento per tutte le liste di controllo successive. Idealmente, questi dovrebbero essere completati ogni 6 mesi.

Gestione e trattamento della perdita di memoria

Perdita di memoria Se la causa della perdita di memoria è identificata per essere attribuibile alla depressione sottostante, alle carenze nutrizionali o agli effetti collaterali del farmaco, questi possono essere trattati facilmente. Gli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) possono essere usati per depressione, ansia e altri disturbi della personalità. Tuttavia, per molti pazienti non ci sarà alcuna causa facilmente reversibile di perdita di memoria e questi pazienti necessitano di terapia in corso per la perdita di memoria. Ci sono alcuni trattamenti disponibili per il morbo di Alzheimer tuttavia questi trattare i sintomi piuttosto che la malattia e se arrestato i sintomi torneranno. Questi includono gli inibitori della colinesterasi come il donepezil cloridrato (Aricept), rivastigmina (Exelon) e gantamina (Reminyl) che agiscono per migliorare la funzione cognitiva. Un altro farmaco usato per la demenza è la memantina. Questi farmaci sono molto utili per aiutare a migliorare la memoria e ridurre altri problemi per un breve periodo di tempo, tuttavia non rallentano il progresso dell’Alzheimer. Questi farmaci sono stati dimostrati solo per funzionare per persone con malattia di Alzheimer abbastanza grave e quindi sono disponibili solo per i pazienti che soddisfano determinati criteri.

La demenza può anche essere accompagnata da cambiamenti nel comportamento come agitazione, depressione, ansietà e insonnia. Questi tutti riducono la qualità della vita sia del paziente che dei loro assistenti. Per contribuire a ridurre questi problemi e migliorare la qualità della vita del paziente possono essere considerati diversi farmaci. Questi includono antipsicotici quali Risperidone (Risperdal), antidepressivi e pillole per dormire. Questi farmaci tuttavia devono essere attentamente monitorati per ottenere i migliori risultati.

Che cosa possono fare i parenti / assistenti / amici per aiutare a migliorare gli effetti della perdita di memoria?

Famiglia Se un paziente è diagnosticato una forma di demenza allora la loro cura, sicurezza e sicurezza sono di primaria importanza e dovrebbero essere discussi con la famiglia e gli assistenti. È importante che i pazienti mantengano una routine quotidiana con una costante supervisione per assicurarsi di mangiare, bagnarsi e prendere correttamente il farmaco. Se la condizione è grave e progressiva, può essere necessario considerare l’ospedalizzazione oi servizi di assistenza estesa.

È importante organizzare quanto prima i problemi legali e finanziari nel caso in cui la loro condizione possa peggiorare rapidamente. Le consegne e il procuratore dovrebbero essere discussi con la famiglia e con gli altri coinvolti. Dovresti anche discutere se preferisci avere un assistente o vivere in una casa di cura di vecchiaia ei tuoi dettagli funerari.

Ci sono altre cose che puoi fare per gestire la perdita di memoria e per migliorare la memoria e impedirne di peggiorare ulteriormente ad esempio:

Tenere un diario o un notebook con appuntamenti, elenchi da fare, numeri di telefono importanti, nomi da ricordare e dettagli sui farmaci da prendere.
Mettere elementi importanti necessari ogni giorno nello stesso luogo cioè. Borsa, chiavi e occhiali.
Trascorrere del tempo con amici e familiari per aiutare a mantenere nitida la tua memoria.
Tenere in mano le foto degli amici e delle famiglie con dettagli sui loro nomi e su quello che fanno.
Ci sono anche programmi nella tua comunità locale che possono aiutare voi oi vostri parenti / assistenti a gestire la tua perdita di memoria. Il programma Living with Memory Loss è eseguito in tutti gli stati e territori australiani e può darti l’opportunità di saperne di più sulla perdita di memoria e puoi fare domande e incontrare persone con problemi simili.
Suggerimenti per migliorare la memoria e rallentare la perdita di memoria

Ottenere abbastanza esercizio fisico
Mangiare bene e evitare l’alcool e il fumo
Coinvolgere in attività per mantenere attiva la mente cioè. Imparare una nuova abilità o un volontario nella tua comunità
Prendendo vitamina E e ginkgo biloba (una medicina cinese di erbe) può essere utile per migliorare la memoria.
Abbiamo tutti sentito l’espressione usarlo o perderlo e il trattamento non farmacologico tenta di stimolare il cervello e di allenarlo per lavorare più velocemente e in modo più efficace. Ciò può includere la formazione delle capacità di memoria, la formazione di memoria del motore e la formazione del numero e anche la terapia vocale. Questo tipo di riabilitazione ha dimostrato di essere molto utile per i pazienti che hanno subito una lesione alla testa o un ictus. Recentemente sta diventando più chiaro che questo tipo di terapia è utile anche per i pazienti affetti da demenza e può consentire ai pazienti con demenza precoce di rimanere indipendenti per più tempo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *